Tendinite, che dolore.

Molti runners neofiti come me pensano che la corsa non sia particolarmente traumatica, ma la verità è che anche per runners più allenato, il rischio di un infortunio più o meno grave esiste e non può essere trascurato o sottovalutato.

Ed io me ne sono reso conto solo in quest’ultimo periodo.

Per qualche tempo, infatti, soprattutto durante e dopo la mia ultima Milano Marathon, ho combattuto con un forte dolore al ginocchio che non mi ha dato tregua fino al mese scorso.


I più esperti e i professionisti del running attribuiscono questo dolore a quella che viene chiamata la “sindrome della bandelletta”…il disturbo tipico che si manifesta con un dolore laterale al ginocchio, spesso sottovalutato e talvolta erroneamente trascurato perché poco intenso (almeno in una prima fase) ma che col susseguirsi degli allenamenti il dolore si acutizza rendendo a un certo punto impossibile trascurare e sottovalutare il problema ed in alcuni casi rendendo anche  impossibile continuare con gli allenamenti.

Tutto ha avuto inizio con un leggero fastidio al laterale del ginocchio sinistro, avvertito soprattutto alla fine degli allenamenti che col passare del tempo ed in modo persistente si è trasformato in dolore acuto e insopportabile durante gli allenamenti e in particolare durante i lunghi domenicali.

Dicono che la causa principale di questi dolori sia da ricondurre all’eccessivo sovraccarico di lavoro (lo chiamano overtraning) e per buona parte anche anche all’appoggio errato del piede a terra … e in effetti in quel periodo ho esagerato molto con gli allenamenti. Per non parlare della mia postura, condizionata dalla scelta non proprio azzeccata delle scarpe e da piedi pregiudicati dal problema dell’alluce valgo e per il quale l’unico rimedio e l’intervento chirurgico (ovviamnete per me trattasi di opzione remota ma da prendere seriamente in considerazione perchè questa patologia non migliora con il passare del tempo, anzi peggiora).

Come ho risolto e come sto prevenendo ricadute ?

Prima di tutto ho ottimizzato gli allenamenti riducendo il numero di attività e la loro intensità e rimandando quelli che erano gli appuntamenti che mi ero prefissato per quest’autunno con la Firenze Marathon e la 30km della Parma Marathon, accontentadomi ahimè di qualche “tapasciata”nel weekend e dei miei 30/40 km settimanali.

Poi sto cercando di rivedere la postura durante la corsa (su questo punto sto ancora lavorando).

Notare bene, su questo punto non mi sono rivolto ad esperti, né tanto meno ho partecipato a degli stage (e vi assicuro che se ne trovano un sacco in giro) …ho semplicemente fatto delle ricerche sul web, guardato qualche tutorial su youtube e fatto attenzione a come i tanti runners che incrocio durante le mie uscite impostano il loro passo ….Ovviamente ho dovuto anche fare autocritica sul mio modo di impostare la corsa e riconoscere il fatto che la mia corsa necessitava e tutt’ora credo necessiti di essere rivista e migliorata.

In sostanza, mi sono reso conto di rimanere troppo rigido sulla parte alta del corpo, correvo sui talloni senza darmi la spinta in avanti ed usavo pochissimo le braccia per aiutarmi nello slancio.

Oggi penso di aver corretto, forse è più giusto dire che ho rivisto questi errori e devo dire che va decisamente meglio: il dolore al ginocchio è sparito anche se devo ancora abituarmi al nuovo modo di correre !!!

Sia chiaro, molto probabilmente, anzi quasi sicuramente, devo ancora fare tanto, ma una cosa è certa, spreco meno energia, riesco a percorrere in media 10km in meno di 4min 50sec al km e chiudo una mezzamaratona, 21km, mediamente in meno di 5min 00sec al km …senza avvertire il minimo fastidio ai tendini del ginocchio

… Per quanto riguarda la maratona …. bhè, diamoci appuntamento per la prossima primavera !!!

Ovviamente, il recupero dall’infiammazione tendinea al ginocchio non è tutto merito dei cambiamenti e del nuovo approccio alla corsa, né delle scarpe che ho scelto, né tanto meno ai numerosi tutorial e/o agli articoli sulle maggiori riviste specializzate (correre, runner’s wuorld etc.) che mi sono studiato.

Ho recuperato anche grazie alla scienza, con l’utilizzo di una fascia tutore contenitiva molto efficace, con l’assunzione di integratori (naturali) e, senza esagerare, con qualche antinfiammatorio per via orale.

Insomma, tutto questo per dire che il percorso di recupero è stato lungo e faticoso, soprattutto mentalmente.

Ci sono stati momenti di sconforto, anche quelli da gestire, e in alcuni momenti la tentazione di mollare é stata davvero tanta. Ma la voglia di recuperare, però, era ancora di più …

Il merito, anche se non lo sanno, va per gran parte alla mia famiglia che nonstante tutto mi sopporta e mi sostiene (Ilaria santa subito … Riccardo, spero di essere per te un modello da seguire, amore del papà) e in parte va anche alla mia #UrbanFamily gli #UrbanRunners, la mia società sportiva, che nonostante io sia in grado di seguire solo virtualmente attraverso i social, riesce, grazie alla condivisione dell’esperienze e delle storie di tutti gli Urban Runners, a stimolarmi, a motivarmi nel modo giusto…

… e alla fine eccomi qua pronti a ripartire alla volta di nuove sfide…

Il mio consiglio per chi come me si trova ad affrontare questo problema o problemi simili al mio ? 

Siate pazienti, determinati e soprattutto circondatevi di persone positive e in grado di comprendervi e sostenervi.

Il vero segreto per il successo e il raggiungimento degli obiettivi sta in tutto questo.

Fidatevi di #TheBeardedRunner 🙂

Annunci

2 risposte a "Tendinite, che dolore."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: